Cassazione Penale, sentenza numero 17677 del 23/04/2014

Semaforo Verde
Giurisprudenza codice della strada e circolazione stradale
Cassazione Penale, Sezione quarta, sentenza n. 17677 del 23 aprile 2014

Corte di Cassazione Penale – Sezione IV, Sentenza n. 17677 del 23/04/2014
Circolazione Stradale – Artt. 129, 130, 218, 219 e 224 del Codice della Strada – Sanzione accessoria della sospensione di patente di guida già revocata – Inapplicabilità – La sanzione accessoria della sospensione della patente di guida presuppone l’esistenza del documento ma, qualora il trasgressore non risulti più titolare di patente di guida perché revocata, la sospensione non può essere disposta per ineseguibilità derivante da mancanza del titolo.

RITENUTO IN FATTO

Con sentenza del 12/1/2012 il Tribunale di (OMISSIS) applicava a C. C., ai sensi dell’art. 444 c.p.p., la pena concordata tra le parti, nel contempo disponendo la sospensione della patente di guida per un anno.

Avverso la sentenza propone ricorso per cassazione l’imputato.

Deduce, con unico motivo, violazione di legge e carenza di motivazione con riferimento alla durata della sanzione accessoria della sospensione della patente di guida. Osserva che, essendo stata già disposta la revoca della patente di guida dalla Prefettura per il medesimo fatto, sussisteva una duplicazione della sanzione amministrativa accessoria.

CONSIDERATO IN DIRITTO

Il ricorso è fondato.

La sanzione accessoria della patente di guida, infatti, in tanto può essere disposta, in quanto sia esistente la patente da sospendere, che al momento risulterebbe mancante perché revocata in sede amministrativa. Giova richiamare sul punto l’insegnamento di questa Corte di legittimità (Cass. pen., sez. 4, 06-02-2009, n. 9991), secondo cui “qualora il trasgressore non risulti titolare di patente di guida, la sanzione de qua non può essere disposta per ineseguibilità derivante da mancanza dell’oggetto”.

Per le ragioni esposte il ricorso va accolto, con annullamento della decisione limitatamente alla sanzione accessoria comminata e rinvio per nuovo esame al Tribunale di (OMISSIS), richiedendosi la verifica in ordine all’effettiva sussistenza del provvedimento di revoca della patente in sede amministrativa.

P.Q.M.

La Corte annulla la sentenza impugnata limitatamente alla disposta sanzione accessoria della sospensione della patente di guida e rinvia per nuovo esame al Tribunale di (OMISSIS).

Così deciso in Roma, il 20 marzo 2014.
Depositato in Cancelleria il 23 aprile 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *